La sabbia di Valkenswaard ha messo a dura prova Furlotti e Mantovani

direttamente dal C.S. di Adriano Dondi per il Team Yamaha SM Action M.C. Migliori

E’ risaputo che i tracciati sabbiosi sono un vero inferno e mettono a dura qualunque pilota le affronti, anche i Campioni del Mondo. A Valkenswaard, sede della sesta tappa del mondiale MX2 e seconda dell’Europeo EMX250, Simone Furlotti e Michael Mantovani sono scesi in pista, con l’intento di battersi al meglio con i più navigati colleghi nordici, sportivamente cresciuti su questo tipo di terreno. Nell’Europeo EMX250, Furlotti ribadisce che la vittoria nella prima prova di Arco di Trento, non è stata un fuoco di paglia. Dopo aver fatto segnare il secondo tempo nelle prove libere del gruppo uno, ottiene il terzo nelle cronometrate qualificandosi direttamente alle due gare della domenica. Da incorniciare la partenza di gara uno, dove Furlotti va in testa e rifila al gruppo che lo segue, un secondo abbondante solo nel primo settore. Purtroppo un errore di valutazione su un doppio dosso, gli fa perdere il controllo della sua Yamaha YZF 250 e cade pesantemente perdendo gli occhiali. Risalito in sella 25esimo, prova a rimontare ma senza occhiali, e la sabbia che entra negli occhi, è difficile guidare. Nonostante tutto chiude 18esimo prendendosi tre punti importanti, che a fine stagione potrebbero servire. Gara due un po’ meglio, con uno start nei primi dieci ed una piccola rimonta che lo porta a tagliare il traguardo sesto. Nella Classifica Generale, Furlotti perde ovviamente la TABELLA ROSSA di Leader, ma il suo distacco è ancora contenuto. Ha sette punti da Lesiardo che è secondo e ventisette da Sihvonen che oggi ha vinto entrambe le manche.   SIMONE FURLOTTI #951 “Il fine settimana, con il terzo tempo nel mio gruppo, era iniziato bene. Nella prima manche ero partito benissimo ma sono caduto quasi subito e mi sono dovuto togliere gli occhiali dalla tenta sabbia entrata. Ovviamente recuperare senza occhiali è difficile e più della 18esima posizione non sono riuscito a fare. Ho preso pochi punti ma non ho mollato. Nella seconda sono partito decimo, ho cercato di fare il mio ritmo, ma ho avuto paura di fare un altro errore ed ho pensato che un sesto posto andava bene. Ci sono ancora parecchie manche dove posso giocarmela a cominciare dalla prossima prova in Lettonia”.  Seconda esperienza Mondiale per Michael Mantovani che ha affrontato questo fine settimana difficile per lui con molta determinazione e voglia di far bene. Michael è sceso in pista senza timori ma con umiltà, cercando turno dopo turno di migliorare la sua velocità. Certo, c’è da migliorare ma siamo certi che questa gara sulla sabbia olandese di Valkenswaard gli ha portato tanta esperienza in più. MICHAEL MANTOVANI #722 “E’ stato un fine settimana difficile perché su questi terreni sono ancora un po’ in difficoltà. Nonostante tutto, le due manche sono andate abbastanza bene ed ho cercato di mantenere sempre un ritmo costante. In gara uno sono finito 29esimo nonostante una caduta a metà gara. Nella seconda intorno alla 30esima posizione ma sono soddisfatto perché pensavo di calare vistosamente, invece ho tenuto bene”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *