Mondiale motocross 2019, si parte dalla Argentina

Tutto e tutti o quasi sono pronti, dopo un inverno tra cambi di squadre tra piloti, moto, preparazioni, infortuni più o meno gravi, da sabato scatta il primo fine settimana della caccia al titolo iridato del mondiale motocross 2019. Saranno ben 20 i Gran Premi delle due classi MXGP e MX2 che determineranno con i loro risultati la classifica finale di questi campionati che vedrà impegnati anche i nostri portacolori. Ma tutto ruota intorno alla scommessa di chi vincerà la classe regina della MXGP visto anche che si parte senza lo schiacciassasi dell’ultima stagione ovvero il campione in carica Jeffrey Herlings. Sarà il suo unico avversario del 2018 o anche il 9 volte iridato come l’italico Antonio Cairoli che punta decisamente a provar a far suo il decimo titolo, o saranno gli agguerriti Tim Gajser, visto già in buona forma ai recenti internazionali d’Italia, o il regolare Clement Desalle o quei due francesi come Romain Febvre e Gautier Paulin, lo svizzero Arnaud Tonus Questi potrebbero essere tutti papabili ma saranno della partita per i top ten anche la nuova coppia nordica con Pauls Jonass al suo debutto e Arminas Jasikonis che deve dare segnali di conferma sul suo talento. Di certo sono in tanti a volere quello scettro che appena il campione in carica potrà difendere non facilmente lo lascerà vacante. Per i nostri portacolori la squadra emiliana diretta da Michele Rinaldi del team ufficiale come il Monster Energy Yamaha Factory MXGP Team con i suoi piloti Romain Febvre e il suo 461, e il nuovo arrivato Jeremy Seewer con il 91. Nella MX2 ci  sono le squadre modenesi come la savignanese diretta da Emanuele Giovanelli e Matteo Migliori con le Yamaha del SM Action M.C. Migliori e quella carpigiana diretta da Alfredo Bevilacqua con le Honda RedMoto Assomotor. Per la squadra Yamaha savignanese sarà al via con il 747 Michele Cervellin che nel 2018 terminò al 7° posto e il debuttante, per il mondiale completo, con il 959 Maxime Renaux. Per la squadra Honda carpigiana il campione europeo EMX250 del 2018 ovvero Mathys Boisrame con il 172 e il nuovo arrivato Brent Van Doninck con il 32. Un campionato questo della MX2 ricco di giovanissimi e con lo spagnolo Jorge Prado, in sella alla Ktm Red Bull Factory diretto da Claudio De Carli, campione in carica con tanta voglia di confermarsi. Quindi per entrambe le nostre squadre, confermarsi o arrivare nella top ten sarebbe già un ottimo risultato dopo queste 20 doppie finali attraverso Americhe, Asia ed Europa. E giusto all’arrivo in Europa a rappresentarci nella classe regina della MXGP  con i colori del team GBO Motosports troveremo in sella alla Ktm numerata dal 95 il debuttante Simone Furlotti. A questa  prima in Argentina questo fine settimana non ci sarà il campione in carica Jeffrey Herlings ancora infortunato e quindi vedremo chi farà la prima vittoria di stagione. Sarà una prima in Argentina sul tracciato dal fondo sabbioso di Neuquen dove da sabato scatteranno i primi confronti e messe a punto già dalle prove libere, poi cronometrate ed in fine dalla manche di qualifica che assegnerà l’ordine di partenza delle doppie finali di domenica. Giusto il tempo di vedere le prime sfide di questa lunga stagione e vedremo chi partirà con la manetta giusta per vincere il Gran Premio Motocross di Argentina quale primo round del mondiale 2019.

Entry List MXGP 

Entry List MX2 

Time Table

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *