G.P. Italia Motocross, la MX2 è di Renaux e del SM Action MC Migliori

Quello di domenica è stato il primo dei tre round che si disputeranno sul tracciato del Monte Coralli di Faenza ed era il Gran Premio d’Italia della MXGP e MX2 di questo mondiale motocross 2020. In questo sesto appuntamento della stagione iridata a parte l’ennesimo successo del leader Jeffrey Herlings nella MXGP è arrivata la prima vittoria mondiale per il transalpino Maxime Renaux nella MX2. Un successo questo ottenuto in sella a quella Yamaha del team privato modenese da Savignano sul Panaro, ovvero il SM Action M.C. Migliori che dopo soli quattro anni da quando ha intrapreso questa avventura con umiltà è salito sul più alto gradino di un podio nel mondiale motocross. Lo aveva già fatto in campo internazionale, vedi a febbraio agli Internazionali d’Italia, ma domenica ha raggiunto l’apice in un Gran Premio. Merito senza dubbio del suo pilota Maxime Renaux nel quale crede e che dopo aver vinto la sua classe MX2 già alla prima del campionato italiano motocross Prestige sempre a Faenza, domenica è riuscito a replicare. Una domenica iniziata dalla pole position nelle qualifiche e poi conclusa al 2° posto alle spalle di Jago Geerts in gara ma poi vincente sul leader di campionato Tom Vialle e sullo stesso Jago Geerts in gara due. Questi risultati lo hanno portato al 1° posto nella classe MX2 di questo Gran Premio d’Italia Motocross. Un risultato che lo ha avvicinato anche ai due fuggitivi di questo mondiale, Tom Vialle e Jago Geerts, portandolo al 3° posto nella generale. In questa MX2 anche i colori carpigiani del team Honda Racing Assomotor al via con il transalpino Stephen Rubini e lo svedese Alvin Ostlund. A fine giornata un buon risultato è arrivato dal francese Stephen Rubini entrato tra i top ten al 7° posto assoluto dopo il 7° in gara uno e un 11° in gara due. Per il suo compagno di squadra che si trova più a suo agio sui terreni morbidi un 19° dopo il ritiro forzato da caduta al primo giro di gara uno e un 14° nonostante le precarie condizioni fisiche in gara due. In questo G.P. d’Italia, per i colori Yamaha SM Action M.C. Migliori anche il loro pilota nella MXGP, ovvero il tedesco Henry Jacobi che non è andato oltre il 18° di giornata. Una gara uno finita furori dalla zona punti al 21° e una seconda frazione decisamente meglio e finita al 14° posto. Nella giornata di sabato le prove europee delle classi EMX125 vinta dal lombardo Andrea Bonacorsi con il reggiano Pietro Razzini ai piedi del podio al 4° posto, e la EMX2T andata al britannico Brad Anderson. Ma per tutti è già tempo di replicare o migliorare con il Gran Premio di Faenza in programma domani amrtedì per le prove europee e mercoledì 9 settembre per il mondiale della MXGP E MX2.

Immagini di Davide Messora

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *