MX mondiale dal Città di Faenza al GP dell’Emilia Romagna con 1000 paganti

Il mondiale motocross del mercoledì del Gran Premio Città di Faenza che in realtà è iniziato il martedì con le gare del campionato europeo, ha visto di nuovo i nostri portacolori grandi protagonisti. Purtroppo da segnalare anche il grave infortunio del campione olandese Jeffrey Herlings anche leader della MXGP. Ma partiamo dai risultai europei del martedì dove nella classe EMX125 ha vinto di nuovo il lombardo Andrea Bonacorsi in sella a quella Fantic. Si è imposto in entrambe le finali.  Alle sue spalle, quasi in scia, un bravo reggiano come Pietro Razzini con la Husqvarna Motormix e team Castellari. Ora per loro le prime 2 piazze di questo campionato dell’ottavo di litro. Nella classe EMX2T di nuovo vinta dal britannico Brad Anderson, un buon 6° di giornata del parmense Marco Lolli. Archiviato il martedì, la mattina del mercoledì appunto si apre con la caduta di Jeffrey Herlings, poi elitrasportato al Bufalini di Cesena per accertamenti. Dimesso è già tornato in Belgio per una verifica ulteriore dell’infortunio. Saltata la gara, ma l’importante è che si rimetta quanto prima. Sul duro tracciato del Monte Coralli a c’entrare la pole della MXGP lo sloveno campione in carica Tim Gajser mentre per la MX2 il campione europeo EMX250 2019 Roan Van De Moosdijk. Alle spalle dell’eurooloandese, il transalpino da Savignano in sella alla Yamaha del SM Action M.C. Migliori, ovvero Maxime Renaux che arrivava dalla vittoria nel G.P. d’Italia di domenica sempre a Faenza. E in gara ha di nuovo fatto vedere ottime cose giungendo alle spalle del leader Tom Vialle nella prima frazione mentre una caduta lo ha portato a chiudere al 4° gara due. Il risultato finale un altro 2° assoluto e altro podio che lo conferma essere il terzo incomodo per la corsa al titolo di questa MX2. Ma non solo lui è stato protagonista di una buona gara, tra i protagonisti di questa MX2 anche l’altro francese Stephen Rubini in sella alla Honda Racing Assomotor a fine giornata ottimo 6° assoluto. Un risultato giunto dopo una qualifica tra i top ten e due finali concluse prima al 7° e poi al 5° posto. In gara nonostante gli acciacchi della caduta di domenica scorsa anche il suo compagno nella squadra Honda carpigiana ovvero Alvin Ostlund che stringendo i denti e non essendo amico dei tracciati duri ha chiuso al 14° entrambe le finali concludendo con il 13° di giornata. Questa MX2 ha visto di nuovo sul podio iridato il danese Thomas Kjer Olsen mentre non è andato oltre al 4° di giornata quel Jago Geerts pretendente al titolo. Passiamo alla MXGP dove gara uno ha visto la vittoria dello svizzero con la Yamaha ufficiale dal parmense reparto di Michele Rinaldi, ovvero Jeremy Seewer. Alle sue spalle il campione spagnolo Jorge Prado, veramente in forma, poi il campione francese Romain Febvre, l’italico 9 volte iridato Antonio Cairoli e a chiudere la top five il campione in carica Tim Gajser. Per i colori Yamaha SM Action M.C. Migliori anche il tedesco Henry Jacobi che ha chiuso al 14° posto. Gara due vive su più sfide ma per la vittoria è stato il duello Prado e Gajser ad animare poi vinto da Gajser con Prado 2° e vincente del suo primo Gran Premio in questa MXGP. Sul podio di questa gara due un caparbio Cairoli che ha avuto la meglio su Micth Evans e Glen Coldenhoff a chiudere la top five. Il podio assoluto ha visto oltre a Prado vincente, Gajser 2° e Seewer 3° mentre Cairoli è al 4° posto. Ora per tutti riposo fino a dopo domani e poi di nuovo gare europee al sabato e mondiale domenica. Questo terzo appuntamento sul tracciato faentino, sarà il Gran Premio dell’Emilia Romagna e vedrà il ritorno parziale del pubblico. Infatti per 1000 persone che hanno acquistato il biglietto online è stato concesso di poter accedere in zone dedicate nel rispetto delle norme vigenti il Covid19. Allora godetevi la gara dal vivo e che vinca il migliore,  mentre per chi non potrà essere presente ci sono le dirette TV e i social.

Immagini di Davide Messora

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *