Ottobiano: Caccia ai Titoli di questi Internazionali MX 2017

Si giocheranno tutto domenica al terzo atto di questi Internazionali d’Italia Motocross che andranno in scena di nuovo sulla sabbia ma del tracciato pavese di Ottobiano. Dopo le prime due gare i tre campionati dalla giovane 125cc alla MX2 e alla regina della MX1 sono ancora aperti nonostante i risultati ottenuti finora. Ancora una volta non mancheranno i nostri portacolori al via a partire da Mattia Capuzzo che in sella alla Ktm del team Apex avrà la possibilità di continuare la crescita come ha fatto vedere domenica scorsa a Malagrotta. Il pilota del gruppo Fiamme Oro attualmente è al 18° posto nella classifica capeggiata da Gianluca Facchetti che se la dovrà vedere con il romagnolo Alessandro Mannucci. Salendo nella piccola MX2 dove lo spagnolo Jorge Pardo Garcia capeggia davanti all’italiano Michele Cervellin, al 7° posto e secondo italiano troviamo l’ottimo Simone Furlotti con la Yamaha del maranese team SM Action M.C. Migliori. Della stessa squadra ci saranno anche Michael Mantovani che domenica scorsa alla sua prima gara ha fatto registrare ottimi tempi e Simone Zecchina non ancora in forma campionato. Altro nostro protagonista potrebbe essere Alberto Forato con la Honda Red Moto di Assomotor che gareggia su questo tracciato vicino a casa. Una classifica corta per i primi vede ancora tutto da decidere. Cosa che in apparenza potrebbe essere già stata decisa per la MX1 e la Elite dove finora ha sempre vinto Antonio Cairoli. Ma il punteggio attuale lascia ancora tutto aperto. In questa classe MX1 ricca di tanti big mondiali, ci sarà anche il campione italiano in carica o meglio Alessandro Lupino sempre con la Honda Red Moto del team carpigiano Assomotor e attualmente al 8° posto cosa che lo porta ad essere 11° nella Elite. E se i campionati si decideranno solo domenica sera a fine gare, lo stesso sarà per il ricco montepremi che si aggiudicheranno a fine di questi Internazionali d’Italia 2017.

Photo by Adriano Dondi

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *