Il G.P. d’America nella Moto3 del Team CIP

direttamente dal Comunicato Stampa

Weekend abbastanza difficile per il Team Cip e per i suoi giovani portacolori Marco Bezzecchi e Manuel Pagliani. Già dalle prove libere del venerdì entrambi i piloti hanno lavorato duramente per adattarsi velocemente all’ostico layout del tracciato americano e migliorare continuamente le proprie prestazioni. Marco, miglior pilota Mahindra in pista, non riesce comunque a contenere il distacco da un indiavolato Aaron Canet e si ritrova nelle posizioni di rincalzo. Sabato Aaron Canet conferma il suo stato di forma strepitoso firmando il nuovo record del circuito e pole position, rifilando importanti distacchi anche ai più diretti inseguitori. Marco Bezzecchi occuperà la 26° posizione in griglia mentre Manuel Pagliani la 29°. Domenica mattina un bel sole ed il cielo azzurro attendono i piloti della classe Moto3: si parte con la gara, Manuel Pagliani incappa in una scivolata senza conseguenze ma è costretto a prendere la via dei box. Al secondo giro cade anche il giapponese Toba, viene esposta bandiera rossa e predisposto il restart. Manuel ha la possibilità di ripartire, la moto viene riassettata a tempo di record ed il pilota veneto prende regolarmente il via. Marco Bezzecchi non riesce a partire bene, al primo giro transita nelle ultime posizioni, poi però prende bene il ritmo e girando in tempi molto buoni riesce a risalire fino alla 17° posizione, migliore pilota Mahindra. Manuel invece chiude venticinquesimo, soddisfatto comunque di essere riuscito a portare a termine il gran premio. Gabriele Debbia: “Abbiamo incontrato parecchie difficoltà nella messa a punto delle Mahindra, come del resto anche tutti gli altri Team che utilizzano la nostra moto. Dobbiamo lavorare per colmare il gap che ci separa dagli avversari, Marco e Manuel fanno del loro meglio, ma ancora manca qualcosa. Ora rientriamo in Europa dove dovremmo essere più competitivi”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento