Una partenza tosta per Ceci e Bioli alla Africa Eco Race 2019

Dopo la partenza da Monaco di Montecarlo a fine 2018 e lo sbarco ad inizio anno a Nador in Marocco è realmente scattata la corsa Africa Eco Race 2019. Tra il centinaio di partecipanti tra moto, auto e camion al via, anche la coppia prignanese Paolo Ceci e Sara Bioli a bordo di quel quattro ruote Polaris Razor 1000 turbo contrassegnato dal numero 254. Con loro, facenti parte del Paolo Ceci Racing Team anche l’assistenza del moto club Il Monte guidata da Mirko Macchioni per gli amici “Magia” e il meccanico Paolo Bressan dalla veneta BMR Racing. Con l’arrivo a Nador subito i primi 649 chilometri che hanno portato il grande raid ad addentrarsi spingendosi a sud est del Marocco incontrando i primi assaggi di navigazione oltre alle piste ghiaiose e sabbiose. Per il nostro duo una prima tappa già con un piccolo contrattempo che gli ha fatto perdere tempo giusto nel tratto cronometrato nella prova speciale posta subito dopo i primi 55 chilometri. Una prova ad Amezaine di 91 km su uno sterrato dove la coppia Ceci e Bioli ha impiegato 1h22’36” portandoli a classificarsi al 35° posto assoluto tra le auto e camion. Ma per la loro speciale classifica T3 dei SSV sono giunti al 7° posto. Certo il quarto d’ora calcolato a fine tappa, dopo altri 504 km di trasferimento per giungere al traguardo di La Momie, per l’inconveniente prima dello spegnimento del Polaris a causa di una spinetta che si è staccata e poi la foratura, ha fatto la differenza. La seconda tappa con partenza da quel luogo dove hanno girato il famoso film, La Mummia, per giungere dopo 438 km ad Agdal. Uno start mattutino e dopo i primi 3 km di trasferimento il resto è stato contro il cronometro tra nuove piste e serie di dune sabbiose. Al traguardo giunto in notturna un recupero fino al 6° posto tra i SSV e miglior quattro ruote della pattuglia italiana. Oggi partenza subito in prova speciale dal bivacco di Agdal per concludere il settore cronometrato dopo 400 km tra navigazione veloce attraverso i monti e zone militari. Poi altri 15 km porteranno al traguardo del bivacco di Oued Draa alle porte di Assa.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *