Ottobiano: è una replica di Cairoli e Prado con Langerfelder nella 125

Oggi sul tracciato pavese di Ottobiano è andato in scena il secondo atto di questi Internazionali d’Italia EICMA Motocross 2019. I risultati assoluti hanno visto di nuovo Antonio Cairoli dominare la sua MX1 e la sfida tra i migliori della Supercampione così come la MX2 è andata di nuovo a Jorge Prado suo compagno di squadra nel team ufficiale KTM Red Bull di Claudio De Carli. L’ottavo di litro degli Under 125cc al tedesco Simon Langenfelder, vincente dell’assoluta imponendosi in entrambe le finali. A difendere con onore i nostri colori Yamaha modenesi del Team SM Action M.C. Migliori, dove tutti sono schierati nella MX2, ci hanno pensato prima Maxime Renaux e Michele Cervellin poi Andrea Adamo e Michael Mantovani a seguire. Infatti dalle qualifiche il nostro francese Renaux con il 959 è uscito con la pole position di giornata mentre Cervellin con il 747 con un 8° tempo e per gli altri un buon crono che gli ha permesso di entrare tra i 40 finalisti. Una finale con subito la fuga vincente dell’iridato spagnolo Jorge Prado seguito da Calvin Vlaanderen, Honda HRC, e il nostro Maxime Renaux che è riuscito anche a superare l’avversario olandese, ma poi ha chiuso al 3° posto. Alle sue spalle il compagno di squadra Michele Cervellin risalito al 4° dopo aver passato all’ultimo giro il forte britannico Ben Watson. Al traguardo 21° anche Andrea Adamo e al 30° Michael Mantovani ma purtroppo esclusi dalla Supercampione. Tornando alla classe regina della MX1, la finale ha vissuto la prima parte essere capeggiata da Romain Febvre seguito da Tim Gajser e Brian Bogers, mentre l’italico Antonio Cairoli non ha fatto la sua solita holeshot. Giusto il tempo di qualche giro e poi ha iniziato la sua rimonta che a tre dal traguardo si è portato al comando per non mollarlo più. Alle sue spalle il Febvre con la Yamaha ufficiale Monster Energy e l’altro ufficiale Honda HRC ovvero Tim Gajser. Buona anche la prova al suo esordio tra le maggiorate di Simone Furlotti in sella alla KTM del reggiano team GBO Motosports giunto 12°. A fine giornata una Supercampione che ha visto il duello mondiale tra il vincente Antonio Cairoli e Tim Gajser con rimonta del solito Jorge Prado, mentre per i piloti del team savignanese questa volta è giunto prima Michele Cervellin 7° con alle spalle Maxime Renaux 8°. Per il parmense Simone Furlotti una gara d’esperienza chiusa al 30° posto. Da segnalare infine i risultati  dei piloti locali nella 125cc dove in gara uno al 15° è giunto Pietro Razzini e Mattia Cineroli del Castellarano 35° mentre in gara due  si sono migliorati con il pilota delle Fiamme Oro, Razzini, ha chiuso 8° e il Cineroli 30°.  Ora le classifiche capeggiate, nella 125 dal francese Florian Miot, la MX1 da Antonio Cairoli, vedono nella MX2 del leader Jorge Prado anche Michele Cervellin al 3° posto e Maxime Renaux al 5°. A questo punto tutto o quasi è rimandato di 7 giorni per il gran finale e l’assegnazione dei primi titoli 2019 a Mantova. Vietato mancare.

CLASSIFICHE

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *