Pelloni, buona la prima……….

La sua prima non è stata di certo questa partecipazione al recente Africa Eco Race 2018, ma era la prima volta che si è espresso in gara con un volante al posto del classico manubrio motociclistico. Per l’imprenditore vignolese con tanta passione per il fuoristrada nata qualche lustro fa, non era nemmeno la prima volta a bordo di un quattro ruote in quanto aveva già corso, in corso con il campione superbike Carlos Checa, ma in versione di navigatore. Cosa questa che lo ha portato al successo tra i terreni africani del Panafrica Rally 2017. Da qui l’idea di parcheggiare la moto, dove oltre ai vari campionati italiani motorally si è distinto anche all’edizione 2017 della Africa Eco Race quale miglior italiano entrando nella top five, per provare le emozioni di guidare un quattroruote. Preparato il buggy Yamaha YZX1000R by LTS Racing e accordato con il nuovo navigatore Gianluca Crociani, è scattata l’avventura Africa Eco Race 2018 in versione pilota auto. Tanti test prima per amalgamare il nuovo duo e il nuovo mezzo e questo ha dato subito un esito positivo. Tanto è che alla prima tappa del grande raid africano, Stefano Pelloni navigato da Gianluca Crociani e il loro SSV si sono imposti vincendo il tratto da Nador a Dar Koura dimostrando che la manetta non sarebbe mancata. Purtroppo poi, come ad ogni gara africana, l’inconveniente era dietro all’angolo e in questo caso è stato fatale una buca dietro ad una duna dove il buggy di Stefano Pelloni si è infilato di traverso. Rotture varie e tentativi di riparazioni non hanno poi permesso di essere alla partenza della terza tappa e da qui le speranze di fare molto bene sono scemate ad essere ancora in gara ma con tanto di penalità arrivate alla tappa successiva. L’obbiettivo di arrivare a Dakar è poi stato raggiunto, dopo diverse nottate nel deserto ad aspettare il camion scopa. E dalla Mauritania il pilota Stefano Pelloni ne è uscito ma purtroppo con il miraggio del Lago Rosa rimasto intatto ed è arrivato a Dakar direttamente. Una esperienza molto bella e interessante questa di Stefano Pelloni con il suo “scaldapizzette” come ha definito questa sua prima avventura da pilota di quattroruote. Certo si poteva fare meglio ma l’esperienza non si acquista nonostante l’Africa sia da sempre terreno preferito del passionario vignolese che di certo non si fermerà a questa che possiamo definire; buona prima.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *