Moto Club Villa …. una grande “festa” del motociclismo

IMG_5426 - CopiaGiusto oggi erano in oltre 180 i presenti a tavola per festeggiare il neonato Moto Club Villa di Canelnuovo Rangone. Il club motociclistico nato giusto lo scorso anno con il presidente Gianluca Villa, nipote della grande famiglia Villa, insieme al segretario Filippo Fili e il vice presidente Jarno Del Vecchio hanno deciso di chiamare a tavola i soci e i tanti amici, dagli sponsor ai piloti di un tempo e quelli attuali che si dilettano con le moto di un tempo. Il ritrovo è stato il ristorante da Guido a San Vito e alla chiamata tutti hanno aderito facendo un passaparola da sorprendere gli stessi organizzatori per i tanti partecipanti. A questa prima festa del Moto Club Villa non potevano mancare i fratelli Villa , Alfonso padre di Gianluca e l’inossidabile Francesco. Ad affiancare al tavolo degli ospiti illustri Francesco Villa c’era anche un 9 volte campione del mondo come Carlo Ubbiali e l’ultimo pilota ufficiale della Moto Guzzi, Giuseppe Mandorlini. Ma non erano i solo ad essere a tavola per questa festa del motociclismo, tra i volti noti anche Claudio Lusuardi e Gabriele Debbia per rimanere nel motomondiale mentre tra i “tigrotti” del fuoristrada, come li chiama Francesco Villa, anche Giuseppe Fazioli e Romano Ferrari. E proprio per questa parte del fuoristrada in seno al Moto Club Villa se ne è occupato Marco Ferrari che a sua volta ha radunato i tanti piloti del fuoristrada d’Epoca. Nel frattempo il lauto pasto ha inizio e tra una portata e l’altra i riconoscimenti agli Amici, Sostenitori e ai tanti piloti intervenuti. Non poteva mancare un riconoscimento speciale a Francesco Villa così come a tutti gli ospiti illustri. Premiati anche il gruppo dei piloti appartenenti al Moto Club Villa per i loro risultati ottenuti e per gli impegni presi per questo 2017 nella moto velocità quale branchia maggiore del club modenese. A conclusione della festa la classica lotteria interna con la gioia dei vincenti dei premi offerti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *