Ceci al 3° successo e Pelloni penalizzato ma 5°

Ceci 101 elicopter Il miraggio di arrivare a Dakar si è fatto ancora più concreto ieri con la penultima tappa di questa corsa ora chiamata Africa Eco Race. L’arrivo in Senegal dei nostri bikers non poteva essere migliore con un Paolo Ceci che si è permesso di vincere la sua terza tappa e lo Stefano Pelloni quasi in scia prima quarto e poi sesto a causa di una penalità presa al traguardo di 6 minuti. Quella di ieri era la tappa che scattava subito dal bivacco di Akjoujt, in pieno deserto della Mauritania, con la prova speciale di 209 km tra sabbia e dune a non finire, poi altri 338 km di trasferimento incontrando la prima vegetazione tra i canyon rocciosi che portavano a Saint Louis giusto all’ingresso del Senegal. Come da regolamento le partenze avvengono in ordine di arrivo della tappa precedente e così alle ore 8,06 Paolo Ceci ieri è partito 3° in sella alla Honda Africa Twin rally. Moto a manetta e un tempo impiegato di 1h42’47” per ottenere il miglior crono giusto su Ullevalseter e Sella partiti davanti. Se guardiamo gli oltre 200 km della speciale in netto fuoristrada, la velocità di media è stata altissima nonostante il dover cercare la traccia giusta. Un ritmo sostenuto anche per il vignolese Stefano Pelloni in sella alla Ktm 450 rally partito 5° e giunto 4° staccato di 31’53” dal vincente Paolo Ceci. La penalità imposta al traguardo lo ha rimandato al 6° di giornata che conferma comunque il suo 5° nella generale dove Ceci è fermo al 14° sempre a causa di quella rottura alla frizione della sua bicilindrica. Oggi gli ultimi 292 km di cui 22 in speciale non cronometrati tutti insieme dalla spiaggia di Niokhob come parata finale per arrivare al traguardo tanto sognato sulla spiaggia del Lago Rosa di Dakar.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *