Internazionali MX, a Noto non solo Cairoli………

Si è corso giusto domenica il secondo round di questi Internazionali d’Italia Motocross e il teatro di gara era il tracciato siculo di Noto. Nella gara di casa Antonio Cairoli ( KTM Red Bull ) ha detto la sua ma non ha ripetuto il successo pieno del round iniziale a Riola Sardo. Infatti nella manche della MX1 ha condotto per dodici giri con alle spalle il duo Romain Febvre e Jeremy Van Horebeek ( Yamaha Monster Energy ) e quando nell’affrontare una curva ha trovato un doppiato in traiettoria il lesto Romain Febvre lo ha passato andando a vincere giusto sul 9 volte iridato siculo. A completare il podio il belga Jeremy Van Horebbek con alle spalle un ottimo Ivo Monticelli e Tanel Leok. Giusto il tempo di ripartire per la Supercampione e Antonio Cairoli ha rimesso tutti dietro e così ha fatto suo anche questo secondo round. Alle sue spalle di nuovo il duo Yamaha con Van Horebeek che avrebbe preceduto Febvre ma poi la giuria al belga gli ha dato una penalità di 10 posizioni per aver superato con bandiere gialle esposte e quindi il francese Febvre è passato 2°  e al 3° è salito il campione italiano Alessandro Lupino con la Kawasaki Gebben. Ma a noto non solo Cairoli ha fatto divertire il folto pubblico e le autorità presenti. Nella MX2 è arrivato il successo del francese Maxime Renaux con la Yamaha del SM Action M.C. Migliori che ora lo ha portato in testa a questo campionato delle 250cc a 4 tempi. Per la squadra Yamaha made in Modena è stata una giornata partita decisamente bene sin dalle qualifiche poi al via subito hole shot di Alessandro Mannucci e sono bastati due giri per arrivare a capeggiare con il passaggio a Samuele Bernardini ( TM Factory ) da parte di Maxime Renaux. La bandiera a scacchi ha poi decretato il successo con un podio formato da Michele Cervellin ( Honda Martin ) e Samuele Bernardini. Poi al 10° posto lo svedese Alvin Ostlund e al 14° Alessandro Mannucci con le Yamaha ( SM Action M.C. Migliori ) e a seguire, in ripresa rispetto a Riola Sardo, 18° Bryan Toccaceli con la KTM ( GDM Racing ) e 19° Michael Mantovani con la Yamaha ( Ghidinelli Racing ). Da segnalare il migliore di questa MX2 nella Supercampione che è stato con il 5° assoluto Alvin Ostlund. Altra classe giovane e combattuta quella della 125cc che ha trovato in Mattia Guadagnini il vero leader tanto da imporsi con la Husqvarna ( Team Maddii ) in entrambe le finali. Sul podio di giornata Emilo Scuteri ( KTM Team Celestini ) e Alessandro Facca ( KTM Marchetti Racing ). Per i colori reggiani ancora un quinto di giornata per il pilota Fiamme Oro con la Husqvarna ( Motor Mix ) Pietro Razzini. Ora per tutti una risalita dello Stivale per il round finale che assegnerà i primi titoli 2018 domenica prossima a Mantova sullo spettacolare tracciato Tazio Nuvolari dove ritroveremo altri big del prossimo mondiale motocross.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *