Ceci-Amos, conclusa l’avventura iridata al ADDC

Dopo la debacle causa rottura nella terza tappa di martedì, dove il duo pilotato dal varesino Eugenio Amos e navigato dal nostro prignanese Paolo a bordo del Can Am della South Racing ha perso più di una ora, la vittoria successiva ha rigenerato il morale. Infatti nella tappa di ieri, la penultima di questa 5^ prova del mondiale FIA Cross Country Rally  vedeva altri 403,76 km da fare tra dune e sabbia dei quali 251,98 contro il cronometro in prova speciale. Per l’equipaggio del SSV numerato dal 402, Amos – Ceci, è arrivata la tanto desiderata vittoria della loro classe T4. Ma non solo anche un bel 5° assoluto compreso delle auto. Dopo l’avvenuta riparazione al bivacco, ieri non si sono risparmiati e partendo decisi, visto il gap irrecuperabile che li aveva portati ad essere al 6° posto tra i T4, tanta è stata la felicità di aver lasciato il segno anche in questa prova mondiale. Oggi la tappa conclusiva con altri 379,86 km dei quali 162,94 in speciale ha visto di nuovo il duo Amos-Ceci essere protagonisti terminando con il recupero di una posizione nella generale della loro classe T4, in pratica finita al 5° posto mentre tra le auto hanno concluso al 11° assoluto.  Ora manca una gara a conclusione di questo mondiale, quella di Hail a dicembre, prima della Dakar 2022, ma per il titolo della loro classe T4 resterà solo la definizione dal secondo dove ora sono Amos e Ceci. A vincere questa gara e il titolo iridato in anticipo tra questi 4 ruote SSV classe T4 il duo americano Austin Jones e Gustavo Gugelmin. Questa 30^ edizione del Abu Dhabi Desert Challenge ha visto anche le vittorie, tra le auto: Nasser Al Attiyah con Mathieu Baumel su Toyota, tra le moto: Matthias Walkner su KTM, tra i quad: Abdulaziz Ahli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *